Approche tissulaire de l'ostéopathie

jml Di origini scozzesi, John Martin Littlejohn (1865-1947) riceve una formazione universitaria in teologia, lettere e medicina. Nel 1892 emigra negli USA, dove porta a termine gli studi di medicina. Nel 1892 si reca a Kirksville per consultare A. T. Still su problemi di salute cronici ed è talmente meravigliato dal concetto e dalla tecnica che decide di diventare osteopata.
Segue la formazione al college di Kirksville, dove nel frattempo dà lezioni di fisiologia. Appassionato di scienza, in breve tempo ha degli urti con Still, le cui esperienze dolorose con la medicina dell’epoca rendevano particolarmente reticente a integrare i progressi della nascente medicina scientifica.
Nel 1898 pubblica Lecture Notes on Physiology, nel 1889 Lecture Notes on Psycho-physiology. Nel 1900, lascia Kirksville per Chicago e fonda con due fratelli l'American College of Osteopathy, Medicine and Surgery.

Lo stesso anno, pubblica Journal of the Science of Osteopathy, e Notes on the Principles of Osteopathy. Nel 1907, riunisce corsi e articoli in due libri, Principles of Osteopathy, Theory and Practice of Osteopathy. Nel 1913, torna in Europa e si stabilisce in Inghilterra, progettando di aprire una scuola di osteopatia. A causa della Prima Guerra Mondiale, il progetto prenderà forma solo nel 1917, con la creazione della British School of Osteopathy (BSO). Questa scuola è all’origine di tutta una corrente osteopatica europea. John Littlejohn ha proseguito l’opera di Still, utilizzando gli elementi offerti dall’evoluzione delle scienze di base della salute e della medicina scientifica. Ha molto insistito sulla relazione dell’organismo vivente con il proprio ambiente, affermando che la salute è essenzialmente la conseguenza dell’armonia in questa relazione.

«Il grande principio di adattamento si applica alla relazione
tra l’organismo in quanto tutto e il suo ambiente. Niente di quel che è portato
al sistema dall’esterno può sostituire l’autosufficienza dell’organismo
la cui capacità di restaurarsi, ripararsi o accettare l’apporto di materiali grezzi, è deficiente.» 
[1]

Littlejohn ha studiato in particolare le relazioni esistenti tra i differenti livelli della colonna vertebrale e gli organi del corpo, così come l’adattamento dell’essere umano alla verticalità.

[1] John Martin Littlejohn, Notes sur les principes de l'ostéopathie, p. 1.


Cronologia della vita di John Martin Littlejohn

15 febbraio 1865: Nascita di John Martin Littlejohn a Glasgow sulle rive del Clyde (Lowslands, Scozia), il padre è pastore presbiteriano. È il maggiore di una famiglia di tre figli; i due fratelli, James Buchanan (1869-1947), e David (1876-1955), lo seguiranno negli Stati Uniti e nell’osteopatia. Quello stesso anno, alla fine della guerra di Secessione (1861-1865), A. T. Still, all’età di 37 anni, perde tre figli nel corso di un’epidemia di meningite cerebrospinale.
1881: Littlejohn ha 16 anni. Entra all’università di Glasgow per studiare teologia, ma sembra trascorrere la maggior parte del tempo studiando arte e lingue orientali. L’abbandona senza laurearsi.
1886: Entra negli ordini e durante un certo tempo insegna.
1886-1889: Studia anatomia e fisiologia a Kelvin Hall con il dottor McKendrick, fisiologo scozzese.
1889: Ritorna all’università Glasgow. L’Addison’s roll of graduates riporta il suo nome, con la lista dei diplomi ottenuti: laureato in lettere nel 1889, laureato in teologia nel 1890 e laureato in diritto nel 1892, data in cui riceve anche un diploma universitario in medicina, The William Hunter Gold Medal in Forensic Medecine.
1892: Littlejohn ha 27 anni. È nominato pastore a Cavagh vicino a Londonderry (Irlanda del Nord).
Un medico, Sir Morell Mac Kensie, per problemi di mal di gola e dolori alla nuca, gli consiglia di abbandonare il clima troppo umido della regione.
Fin 1892: Si imbarca per New York con il fratello James Buchanan, dottore in medicina e chirurgo, diplomato all’università di Glasgow (il fratello minore, David, laureato in scienza al college Kensington di Londra, li raggiungerà nel 1896).
Littlejohn si iscrive all’università Columbia di New York dove studia filosofia, economia politica e finanza.
1894: Littlejohn ha 29 anni. Porta avanti ricerche sui pensatori del Medioevo e conclude la tesi di laurea intitolata The political theory of the Schollmen and Grotius, pubblicata l’anno successivo dall’Amity College di College Springs nello Iowa (college d’insegnamento misto specializzato nell’insegnamento libero delle arti).
È nominato presidente di quello stesso college. A 29 anni è il più giovane presidente di college degli Stati Uniti.
1897: Littlejohn ha 32 anni. La sua salute continua a deperire, alcuni amici gli consigliano di rivolgersi a un certo Andrew Taylor Still. Si reca a più riprese a Kirksville (Missouri) dove Still lo tratta con successo.
1898: Si stabilisce a Kirksville insieme ai due fratelli che, come lui, insegnano e al tempo stesso studiano osteopatia all’American School of Osteopathy (ASO).
Si dimette dall’incarico all’Amity College, con gran rammarico del Consiglio d’Amministrazione, per accettare quello di Decano dell’ASO (American School of Osteopathy). Insegna fisiologia fino al 1899. Insieme a Still, porta avanti, in un vecchio granaio, esperimenti sotto anestesia sui cani (cuore, polmoni, midollo spinale), sperimenta gli effetti di iniezioni di morfina, chinino, ferro e arsenico per provare che tali sostanze sono incompatibili con un organismo vivente. Su ordine di Still, lavora sul sistema linfatico per provare che è in grado di pulire i polmoni in caso di polmonite. Littlejohn dispone che l’ASO si avvalga di uno dei primi apparecchi a raggi X. Apertura di un ospedale chirurgico all’ASO.
1899: Still, irritato da William Smith e dai fratelli Littlejohn, scrive in una nota «La mia scuola è stata concepita per insegnare solamente osteopatia».
1899 – autunno: Il Consiglio d’Amministrazione promette ai Littlejohn che Arthur G. Hildreth, amico di Still e capofila dei promotori dell’osteopatia pura e dura, non sarà in nessun modo associato alla Scuola.
Arthur Hildreth è promosso decano dell’ASO con la missione di «purgare» l’ASO dalle teorie mediche. Littlejohn e W. Smith sono destituiti dalle loro funzioni.
1899 (promozione giugno): Littlejohn chiede un diploma combinato di dottore in medicina osteopatica.
1900, giugno: I tre fratelli Littlejohn si dimettono dall’ASO. Si stabiliscono nella regione dei Grandi Laghi, a Chicago (Illinois), dove fondano l’American School of Osteopathic Medicine and Surgery. James B. Littlejohn si occuperà dell’amministrazione dopo il ritorno del fratello in Inghilterra nel 1913.
Littlejohn si sposa in Gran Bretagna con la figlia di un insegnante del Suffolk. Avranno sette figli, uno dei quali muore in giovane età. Il primogenito sembra abbia studiato medicina, due saranno osteopati.
1900-1902: Conflitti legali con l’ASO, che rifiuta di accordare ai fratelli Littlejohn i diplomi di osteopatia. Il 30 giugno 1900, James Littlejohn scrive a Charles E. Still, figlio maggiore di Andrew Taylor Still, per dirgli che pensa di conferirselo da solo.
1907: Riunisce le proprie lezioni in due volumi: Principles of osteopathy e The fundamentals of osteopathic technique.
Mentre si trova ancora negli Stati Uniti, Littlejohn compra, senza vederla, la casa di Badger Hall, a Thundersley (Essex, Gran Bretagna) dove vivrà dal 1913 fino alla morte.
Dal 1900 al 1907: Pubblica The journal of the Science of Osteopathy, scrive Science of osteopathy (1902), Treatise on osteopathy, Theory and practice of osteopathy (1907), (1903).
1900-1912: Littlejohn studia medicina al Dunham and Hering medical colleges di Chicago, dove la lista già lunga delle sue lauree si arricchisce di quella di Medical Doctor (MD).
1908: L’American Osteopathic Association (AOA) crea l’ATS Research Institute, dove Littlejohn e C. A. Whiting portano avanti una ricerca sui neoplasmi.
In questo periodo inizia a tornare regolarmente nel vecchio continente; farà tre conferenze sull’osteopatia alla Society of science, letters and arts di Londra.
1909: Visita di ospedali in Francia e in Germania.
Contatta i primi osteopati di formazione americana che operano in Gran Bretagna, i dottori J. J. Horn e Walker. Incontra in Irlanda i dottori Dunham e H. Foote, con cui ipotizza la creazione di una scuola.
1913: Littlejohn lascia definitivamente Chicago e gli Stati Uniti per creare, secondo il suo progetto, una scuola a Londra.
1917: Con l’aiuto economico di J. J. Horn, fonda la British School of Osteopathy (BSO).
Dopo il crac delle borse, tra le due guerre la BSO si stabilisce nei pressi di Trafalgar square, nel bell’edificio in stile vittoriano che sarà suo fino al 1997.
1924-1925: Littlejohn è presidente della BSO, assistito da Thomas Edward Hall.
1935: Celebre e infelice episodio del Parliamentary Bill, in cui Littlejohn, convocato davanti a una commissione della Camera dei Lord, fallisce nel tentativo di far riconoscere l’osteopatia in Gran Bretagna.
1939-1945: Interruzione delle attività della BSO.
Si delineano due correnti, una medica, l’altra naturopatica, con il British College of Naturopathy (BCN),.
1947: Littlejohn ha 82 anni. Muore l’8 dicembre a Londra.
È seppellito nel cimitero della chiesa parrocchiale St Peter di Thundersley.

pdf_button Traduzione Luca Nicolaj & Gérald Urdich